Intercettazioni. Il pm sarà sostituito solo per un’azione penale

Pubblicato il 12 luglio 2010 21:54 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 22:29

magistrati togheLa sostituzione del pubblico ministero accusato di rivelazione illecita di segreti inerenti al procedimento penale che gli è stato affidato potrà avvenire solo quando nei suoi confronti sia stata esercitata l’azione penale.  Non prima.

Lo prevede uno dei sei emendamenti firmati dal capogruppo del Pdl in commissione giustizia della Camera, Enrico Costa, per il ddl intercettazioni. In questo modo, si spiega, si vuole evitare la sostituzione del magistrato in presenza della sola iscrizione di questo nel registro degli indagati. Così come prevedeva, invece, il testo licenziato dal Senato.