Intercettazioni, Siddi: “Atto di forza, confermato lo sciopero del 9 luglio”

Pubblicato il 30 Giugno 2010 12:35 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2010 12:52

Franco Siddi

La calendarizzazione in aula alla Camera del ddl Intercettazioni rappresenta un ”atto di forza” secondo il segretario della Federazione nazionale della stampa, Franco Siddi, che conferma la ”giornata del silenzio dell’informazione” indetta per il 9 luglio.

”Sappiamo che le procedure parlamentari possono definire date differenti per l’approvazione del provvedimento – ha detto Siddi a margine della presentazione al Parlamento della Relazione annuale del Garante privacy – ma oggi e’ stato compiuto un atto di forza, un segnale indicativo di una volonta’ negativa verso ipotesi di riflessione piu’ profonda per migliorare la legge”.

”Perciò – ha sottolineato il segretario della Fnsi – confermiamo tutte le iniziative di contrasto e promozione della consapevolezza pubblica sui danni gravi che il ddl intercettazioni comporta. Domani ci saranno un po’ in tutta Italia manifestazioni di intensita’ ancora piu’ evidente. E poi resta confermata anche la giornata del silenzio del 9 luglio: un silenzio rumoroso, che e’ indignazione e protesta”.