Signorini su stop a ‘Doppia difesa’: “Nulla è per sempre, è solo una questione di restyling”

Pubblicato il 28 Giugno 2010 19:37 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2010 20:00

Alfonso Signorini

E’ tutta una questione di restyling. E di diritto del direttore di apportare modifiche al suo giornale. Così Alfonso Signorini motiva la sua decisione di eliminare rubriche ”storiche” affermando: «Nulla è per sempre e Doppia Difesa non è la sola rubrica a non essere ‘riconfermata’ nella nuova veste di ‘Chi’». 

Il direttore risponde così al comunicato del presidente della Commissione Giustizia della Camera  Giulia Bongiorno e della presentatrice televisiva Michelle Hunziker, relativo alla soppressione della loro rubrica ”Doppia Difesa” dal settimanale ”Chi” avvenuta con il recente restyling della testata.

Signorini, in una nota, riconferma poi la ricostruzione dell’accaduto, sua e dei suoi collaboratori, relativamente al fatto che Bongiorno e Hunziker sono state avvisate del cambiamento. Nel ricordare che la testata ha ospitato ininterrottamente per tre anni, dal giugno 2007 a oggi, la rubrica, nata dall’iniziativa dell’avvocato Bongiorno e di Michelle Hunziker e sposata con entusiasmo da Signorini medesimo sulle pagine del settimanale da lui diretto, il direttore si dice a sua volta «sgomento e profondamente offeso dalla totale mancanza di gratitudine di Giulia Bongiorno e di Michelle Hunziker per questi tre anni di massima disponibilità offerta loro’».