Sondaggio Ipsos. Conte leader M5s raccoglierebbe il 24,3%: un suo partito al 14,1%

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2020 21:30 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2020 8:40
conte m5s ansa

Sondaggio Ipsos. Conte leader M5s raccoglierebbe il 24,3%: un suo partito al 14,1% (fonte Ansa)

ROMA – Sondaggio Ipsos. Conte leader M5s raccoglierebbe il 24,3% facendo risorgere il movimento fondato da Grillo. Un suo partito al 14,1%.

Se il premier si presentasse alle elezioni con un suo partito, come già scritto nei giorni scorsi, raccoglierebbe una percentuale di consensi molto alta che oscilla tra il 12 e 15%.

La tendenza è ora confermata anche dall’ultima rilevazione Ipsos per il “Corriere della Sera” che stima un’eventuale lista-Conte al 14,1%.

La discesa in campo del presidente del Consigli,o dunque potrebbe sconvolgere totalmente il quadro politico.

Today riassume i vari scenari.

Nel primo non c’è Conte. Se Conte decidesse di non correre alle elezioni, le percentuali tra i vari partiti sarebbero così ripartite:

Lega 23,5%, Pd 21,3, Fratelli d’Italia 17,5%, Movimento 5 Stelle 17,1% Forza Italia 7 %.

Se il premier decidesse invece di presentarsi con un suo partito, a perdere voti sarebbero Pd e 5 Stelle.

La Lega resterebbe infatti il primo partito, con Fdi addirittura seconda forza politica.

I voti così ripartiti:

Lega 23,2% Fratelli d’Italia 16,6% Pd 15,8% Lista Conte 14,1% Movimento 5 Stelle 12,7% Forza Italia 6,5%.

Terzo scenario, M5s primo partito con Conte in campo

Questo è decisamente lo scenario più clamoroso con conseguenze paragonabili ad un vero e proprio terremoto politico.

Se il premier scendesse in campo come leader del M5s, porterebbe infatti il Movimento sarebbe il primo partito italiano scavalcando la Lega.

A portare la croce in questo caso sarebbe principalmente il Pd che lascerebbe sul campo almeno 4 punti.

Movimento 5 Stelle (con Conte leader) 24,3% Lega 23% Pd 17,3% Fratelli d’Italia 16.9% Forza Italia 6,6%

Chissà se in questo caso, il partito di Zingaretti appoggerebbe ancora “l’avvocato del popolo” . Intanto Conte ha fatto sapere di non essere intenzionato a scendere in campo. In politica però si cambia opinione molto facilmente (fonte: Today, Corriere della Sera).