Irregolarità nelle Asl italiane, la magistratura indaga

Pubblicato il 7 agosto 2010 6:00 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2010 6:00

da: La Repubblica

In una Azienda sanitaria locale della Campania un dirigente del servizio economicofinanziario e un funzionario si sono spacciati per fornitori di prodotti medicinali, hanno inserito i loro nomi tra i creditori, inoltrato le richieste di pagamento e le loro fatture inevase. L\’ Asl ha certificato questa documentazione come «certa, liquida ed esigibile» e ha erogato 365mila euro.

Leggi l’articolo originale