Beppe Grillo: “L’unità d’Italia non c’è mai stata, perché non c’è mai stata l’Italia”

Pubblicato il 6 Giugno 2010 19:00 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2010 19:11

Beppe Grillo

“L’unità d’Italia non c’è mai stata perché non c’è mai stata l’Italia. Si basa su concetti storici fasulli”. Lo ha detto Beppe Grillo a margine della presentazione del suo docu-film ‘Un grillo mannaro a Londra’ oggi nella giornata di chiusura del tredicesimo festival Cinemambiente di Torino.

La città ha ospitato già il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano proprio per aprire i festeggiamenti del centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia.

Nel capoluogo piemontese Grillo ha detto che l’unità è il frutto “di un killeraggio del sud dove hanno preso qualsiasi cosa e ammazzato migliaia di persone”.

“Hanno fatto anche un museo, quello del Lombroso – ha aggiunto Grillo – per dimostrare che i banditi erano riconoscibili dalle fossette. Tutta questa storia dell’Unità d’Italia è un equivoco, la vera storia è un’altra cosa.

“Tutti questi eroi del Risorgimento bisognerebbe cominciare a ridimensionarli molto, si deve cominciare a vedere la nostra storia in un altro modo, per esempio con il coraggio di dire che in Italia non abbiamo cinque basi americane ma cento, siamo la più grande portaerei del mondo. Noi non siamo mai stati padroni in casa nostra, non abbiamo mai preso una decisione importante da soli, se non in accordo o con il Kgb, gli Usa o altro”.