Italicum, area Cuperlo detta condizioni: in vigore solo dopo riforma del Senato

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 febbraio 2014 17:20 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2014 19:23
Italicum, 3 condizioni area Cuperlo: parità di genere, primarie, lodo Lauricella

Italicum, 3 condizioni area Cuperlo: parità di genere, primarie, lodo Lauricella

ROMA- Parità di genere, primarie obbligatorie anche se non dalla prima consultazione e il cosiddetto lodo Lauricella, ovvero l’entrata in vigore dell’Italicum solo dopo la riforma del Senato. Questi i tre emendamenti alla legge elettorale sui quali la minoranza Pd non demorde. L’orientamento è emerso dalla riunione dell’area Cuperlo in vista dell’assemblea del gruppo con Matteo Renzi, rinviata a martedì mattina.

Per la minoranza Pd, i 3 punti sono dirimenti e “irrinunciabili” a fronte della disponibilità espressa a ritirare gli altri emendamenti, riguardanti collegi e soglie di sbarramanento. Per la sinistra, che martedì si riunirà in assemblea con il segretario, è segno di “responsabilità” portare avanti queste richieste che devono essere “di tutto il partito”.

Del resto, spiegano alcuni partecipanti alla riunione,  l’emendamento Lauricella, che chiede che la legge elettorale entri in vigore solo dopo la riforma del Senato, va proprio nella direzione indicata dal segretario di un pacchetto di riforme complessivo.