Italicum, simulazione: con la legge Renzi-Berlusconi 6,6 milioni di voti al macero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2014 16:19 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2014 16:21
Italicum, simulazione: con la legge Renzi-Berlusconi 6,6 milioni di voti al macero

Italicum, simulazione: con la legge Renzi-Berlusconi 6,6 milioni di voti al macero (LaPresse)

ROMA – Se alle ultime politiche del febbraio 2013 si fosse votato con l’Italicum, 6,6 milioni di voti (il 13% del corpo elettorale e quasi il 20% dei votanti) sarebbero finiti al macero.

È il risultato di una simulazione prodotta dal deputato Pino Pisicchio (Centro democratico): la nuova legge elettorale partorita dalla profonda sintonia fra il segretario del Pd Matteo Renzi e il capo di Forza Italia Silvio Berlusconi farebbe entrare in Parlamento soltanto 4 partiti: M5S, Pd, Pdl, Scelta civica.

Il calcolo è fatto sui risultati elettorali delle ultime politiche. In totale, spiega Pisicchio,

“questi 4 partiti hanno raccolto 27,4 milioni espressi su 34 milioni. Ne consegue che con questo nuovo modello elettorale 6,6 milioni di italiani rimarrebbero senza rappresentanza in Parlamento”.