Izzo, segretario di Cosentino: “Se contesto la multa sono fatti miei”

Pubblicato il 22 luglio 2010 1:30 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2010 1:34

“Non ho mai contestato la multa che mi è stata attribuita, e anche se lo avessi fatto sarebbero stati fatti miei”. Questo, in sintesi, il pensiero di Michele Izzo, segretario di Nicola Cosentino, accusato di aver cercato di farsi togliere una contravvenzione per sosta vietata dell’autoblu. Secondo la ricostruzione, Izzo avrebbe detto di essere giustificato dall’attività di lavoro che stava svolgendo.

Ecco la nota diramata da Izzo: ”Non ho mai presentato alcun ricorso per l’annullamento della multa di cui si parla. Il tutto per altro, rientra nella sfera privata di semplice cittadino ben lontana dall’incarico professionale che mi onoro di esercitare”.