La Cgil a Monti: “Niente incontri separati”

Pubblicato il 3 Gennaio 2012 12:08 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2012 17:20

ROMA, 3 GEN – La Cgil avverte Monti: niente incontri separati con i sindacati, perche’ ”gli incontri separati stile Sacconi rendono solo tutto piu’ complicato e piu’ lungo”. E’ quanto scrive la Cgil su Twitter. La Cgil, sempre sul social network, precisa che sul lavoro ”servono progetti su esigenze ed eccellenze del Paese come assetto idrogeologico, energia, trasporti, ambiente, cultura e turismo. Serve un piano del lavoro – scrive il sindacato – che tamponi la crisi, crei nuovi posti per giovani e donne, dia prospettiva e speranza al Paese”. La Cgil chiede assunzioni incentivate per giovani e donne con contratto di inserimento formativo, la difesa dei posti di lavoro, e ”ammortizzatori per chi perde il posto a ogni eta’ e per ogni azienda”.

Il premier intanto spinge l’acceleratore sulle liberalizzazioni e pianifica le misure per avviare quella riforma del mercato del lavoro fortemente richiesta dall’Europa e che, nelle intenzioni del governo, dovrebbe rilanciare l’economia italiana. Sono questi i due capisaldi dell’agenda di Mario Monti, segnata da impegni internazionali e almeno due consigli dei ministri strategici per l’azione di governo, e il presidente del Consiglio vorrebbe presentare i risultati il prossimo 23 gennaio, al vertice dell’Eurogruppo.