La doccia fredda di Draghi: ” Ripresa lenta e fragile, disoccupazione in crescita”

Pubblicato il 5 Ottobre 2009 9:26 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2009 9:26

L’auspicata ripresa sarà lenta e fragile. Il governatore della Banca d’Italia smorza gli entusiasmi e dal meeting di Istanbul del Fondo Monetario Internazionale invita tutti a non abbassare la guardia, soprattutto sul pericolo più grande, una disoccupazione che cresce in tutto il mondo e che invertirà il trend solo fra un anno.

Draghi, in qualità di presidente del Financial Stability Board, l’organismo incaricato di riscrivere le regole della finanza, vede un forte miglioramento dovuto a Cina e paesi emergenti, ma sottolinea che «la ripresa si presenta lenta, certamente fragile e caratterizzata da forte incertezza». Draghi conferma che andrà avanti nella missione di riscrivere le nuove regole: la riscrittura sarà graduale, in un arco di tempo che si estende fino al 2012.