La Lega e i Giovani Padani: tutti ad Amburgo, no a Strasburgo, anzi a Edimburgo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2014 12:12 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2014 12:45
La Lega e i Giovani Padani: tutti ad Amburgo, no a Strasburgo, anzi a Edimburgo

La Lega e i Giovani Padani: tutti ad Amburgo, no a Strasburgo, anzi a Edimburgo

ROMA – La Lega e i giovani padani: tutti ad Amburgo, no Strasburgo, anzi Edimburgo. Si celebra lo storico referendum per l’indipendenza della Scozia. I Giovani Padani della Lega Nord si armano e partono per non perdersi la grande occasione: un primo comunicato annuncia “Tutti ad Amburgo”. Ops, I did it again, direbbe Britney Spears, ho sbagliato di nuovo. Secondo comunicato, errata corrige: “Tutti a Strasburgo”. No, non ci siamo, acqua. Al terzo tentativo, bingo!, “Tutti a Edimburgo” (giusto qualche apprensione, si scrive con la n come dice l’inglese o con la m come prescrive la grammatica?).

Il consigliere regionale lombardo Angelo Ciocca, estensore dei tre diversi comunicati, precisa che ci sarà anche il leader dei grandi Matteo Salvini e “per l’occasione indosseremo una maglietta celebrativa che unisce la croce di San Giorgio con la bandiera scozzese”. Deve essere vero perché la maglietta c’è in tutte e tre le versioni. Gli internauti però sono più interessati alla nuvola di desinenze che offusca la percezione geografica.

“E un giro a Friburgo, no?” infierisce un collega Pd su Facebook. Nel frattempo, nonostante la labirintite toponomastica, Ciocca ha guadagnato una popolarità insperata, quella che gli sarebbe bastata per essere eletto al Parlamento Europeo. Non è stato eletto, era quello che si mostrava in uno spot insieme a dei giovani immigrati che raccomandavano di stare lontani dall’Italia, un Paese “peggio del Burundi”. O era il Ruanda, vai a sapere…