L'Anci fonda la scuola per amministratori locali

Pubblicato il 12 Aprile 2012 15:14 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2012 15:19

ROMA – Una grande scuola nazionale per giovani amministratori: cosi' l'Anci, l'Associazione nazionale dei Comuni italiani, ha deciso di formare una nuova classe dirigente di amministratori locali in grado di governare al meglio, attraverso esperienze altamente professionalizzanti, i propri territori. L'iniziativa e' stata presentata oggi a Roma da Sergio Chiamparino che e' il presidente della nuova ''Scuola Anci per giovani amministratori'', e dal presidente della Associazione, Graziano Delrio.

E' rivolta agli under 35, un esercito che in tutta Italia conta 23 mila giovani, il 35% dei quali laureato.

L'offerta formativa annuale della scuola che si avvale della collaborazione di tre universita' (Torino, Tor Vergata e la II Universita' di Napoli) e di un comitato scientifico di alto livello, e' articolata in quattro nodi: un corso di formazione specialistica di amministrazione municipale (ForsAM), per un totale di 208 ore, un ciclo di quattro laboratori tematici, ciascuno della durata di un giorno, una summer school (luglio 2012) della durata di una settimana e una comunita' virtuale tra i partecipanti attiva su un sito web dedicato.

''Abbiamo sottoposto ai giovani amministratori un questionario – ha spiegato Chiamparino – e l'iniziativa e' stata accolta con grande entusiasmo. Dai questionari e' emersa una domanda a forte contenuto tecnico-amministrativo. Su questa base abbiamo impostato un'ipotesi, che al momento e' sperimentale, che formera' i partecipanti da un punto di vista tecnico ma anche dando loro una formazione di carattere piu' politico e che sara' occasione di socializzazione e confronto''.

Il corso di formazione specialistica avra' un accesso gratuito previa selezione e prevede 13 incontri di due giorni (venerdi' e sabato per complessive 208 ore da luglio 2012 a marzo 2013), sul modello delle scuole d'eccellenza per gli executive. Il percorso cosiddetto d'aula si basa – e' stato spiegato – sulla realizzazione di sei moduli tematici: i diritti, le regole, la gestione e la valorizzazione delle risorse, i settori di servizio, il reperimento delle risorse, l'innovazione e le citta'. Il corso sara' a numero chiuso e vi potranno partecipare al massimo 30 giovani, 25 destinati ad amministratori che sono gia' impegnati a governare i Comuni, i restanti 5 posti saranno a disposizione di giovani che hanno intenzione di assumere questi ruoli in futuro.

Al termine del corso verra' rilasciato ai partecipanti un diploma dell'Anci ed una certificazione di formazione da parte delle universita' che partecipano al progetto. A partire dal prossimo anno l'ipotesi e' quella di trasformare, attraverso la partecipazione delle universita' partner, il corso in un master inter-universitario di primo livello.