Laura Boldrini, meglio i migranti dei turisti: “Hotel di lusso e Cie fatiscenti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2014 20:45 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2014 20:48
Laura Boldrini

Laura Boldrini

ROMA – Alberghi a 5 stelle e centri di prima accoglienza non degni di un Paese come l’Italia. Una “contraddizione insopportabile”, secondo Laura Boldrini, la quale però si è attirata un bel po’ di critiche, soprattutto per il contesto in cui ha espresso il paragone tra le due situazioni. Turisti contro migranti, con i secondi “meglio” dei primi in uno sgangherato confronto.

La presidente della Camera ha parlato a un convegno organizzato a Montecitorio per il rilancio del turismo in Italia dal significativo titolo ”dopo 30 anni, tornare primi”. Un chiaro riferimento al ritardo dell’accoglienza turistica italiana che da anni perde posizioni su posizioni come Paese attrattore di visitatori stranieri. Una carenza che significa perdita di punti di Pil, di ricchezza.

Ma la Boldrini, davanti alla platea costituita da chi lavora in ambito turistico e dal ministro dei Beni Culturali Franceschini, ha messo invece in evidenza le carenza dell’Italia sul fronte dell’accoglienza agli immigrati. Carenza da stigmatizzare e possibilmente correggere, ovvio, ma che davvero poco ha a che fare con il turismo.

“Non possiamo, senza una insopportabile contraddizione, offrire servizi di lusso ai turisti affluenti e poi trattare in modo, a volte inaccettabile i migranti che giungono in Italia dalle parti meno fortunate del mondo, spesso in condizioni disperate”, ha affermato la Boldrini.

Ad aprire il fuoco sulla presidente della Camera ci pensa il deputato della Lega Paolo Grimoldi: “Qualcuno chiami un’ambulanza, perché mettere a paragone l’accoglienza che garantiamo ai turisti stranieri con quella che riserviamo ai clandestini è totalmente priva di logica”, afferma.

A metterci il carico è, subito dopo, il segretario federale della Lega Nord: “quindi hotel di lusso per tutti i clandestini? Boldrini clandestina: è una vergogna per l’Italia”, ironizza su Facebook Matteo Salvini. Se anche nel Pd si esprimono perplessità (“è incomprensibile quello che appare come un attacco della presidente della Camera, Laura Boldrini, al sistema turistico italiano”, si chiede il deputato del Partito democratico, Federico Gelli), anche Fratelli d’Italia non perde l’occasione di intervenire sul tema. Dalla Boldrini vengono “affermazioni grottesche”, assicura Giorgia Meloni.