Lavoro, Fornero tira dritto: “Avanti anche senza il Pd”

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 18:18 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 19:15

ROMA, 22 FEB – ”Penso che anche il Pd possa votare una buona riforma, ma se ci sara’ accordo solo su una riforma che il Governo non giudica buona, il Governo si assumera’ la responsabilita’ di andare avanti e il Parlamento si assumera’ la responsabnilita’ di appoggiarlo o meno”.

Lo ha dichiarato parlando dell’articolo 18 il ministro del Welfare, Elsa Fornero.  ”Non ho sentito altola’ secchi di nessun tipo, ho incontrato diverse volte esponenti del Pd e ho illustrato con chiarezza le linee del Governo, come ho fatto con i sindacati” ha spiegato Fornero parlando dell’articolo 18.

”Sono temi in discussione da molto tempo – ha precisato – si possono discutere e, anche se ci sono posizioni diverse, non credo che ci siano aut aut”.

Linea dura anche sull’articolo 18. ‘Non ho mai sostenuto che l’art.18 venga per primo, c’èmolto lavoro da fare ma e’ un tema cha saràposto nel confronto con i sindacati”. Cosi’ il ministro del Welfare, Elsa Fornero, intervenendo in video conferenza alla presentazione del libro ‘Giovani senza futuro?’. ”Nulla che e’ sociale e’ fuori dalla discussione – dice – faremo aperture, guarderemo i problemi per risolverli senza il desiderio di mettere in difficolta’ nessuno, e’ un obiettivo ambizioso ma serve per ridare fiducia ai giovani nel loro paese”.