Lavoro, Susanna Camusso avverte Renzi: Se fai il decreto sarà sciopero generale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2014 12:33 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2014 12:33
Lavoro, Susanna Camusso avverte Renzi: Se fai il decreto sarà sciopero generale

Susanna Camusso

CERVIA (RAVENNA) – “Se il governo proseguirà sulla riforma del lavoro attraverso un decreto occorrerà indire lo sciopero generale“. Questa la minaccia a Matteo Renzi del segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, intervenendo all’assemblea nazionale della Fiom.

“Bisogna insistere sul fatto che dobbiamo incrociare Cisl e Uil perché la divisione, oggi, è uno straordinario argomento in mano al governo”, ha detto la Camusso. “Non possiamo offrire l’idea di libertà del lavoro dando un messaggio che il sindacato non è unito nel rivendicare queste cose”, ha concluso.

Con lo sciopero il segretario generale della Cgil affila le armi a proposito della discussione parlamentare sulla riforma del ministro Giuliano Poletti, che passa attraverso una legge delega da affidare al governo, in discussione al Senato, che a sua volta conta di procedere con i decreti delegati. L’allarme di Camusso, già segnalato nei giorni scorsi, è che con l’impianto proposto dal governo si “sta tornando verso una concezione di lavoro servile“.

Camusso ha affrontato anche i temi della prossima legge di Stabilità, chiedendo lo stop ai tagli lineari della spesa pubblica, mentre “bisogna cambiare passo”. La sindacalista ha osservato che si è sentito finora solo parlare di tagli del 3% per ogni ministero e questo “induce a immaginare che siamo ancora una volta di fronte ad una politica di puri tagli lineari”. Ma la politica di tagli che abbiamo alle spalle – ha osservato – non è stata tanto riduzione di sprechi ma si è tradotta in “salari e occupazione dentro le amministrazioni pubbliche”.