Le memorie di Tamara Baroni: l’icona sexy parmigiana racconta la sua verità

Andrea Pala*
Pubblicato il 29 Gennaio 2010 14:40 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2010 14:40

Tamara Baroni in una foto degli anni Settanta

A molti, soprattutto ai più giovani non dice nulla. Ma a Parma il nome di Tamara Baroni rievoca ancora uno dei più grossi scandali che hanno scosso la cittadina emiliana nei turbolenti anni settanta. Ora un sito internet ha deciso di ospitarne la sua autobiografia che nessun editore le voleva pubblicare.

Ex attrice e ex cantante, è diventata famosa partecipando nel 1967 a Miss Italia, dove a vent’anni ha conquistato il titolo di Miss Eleganza che successivamente l’ha portata alle semifinali di Miss Mondo. Questo importante trampolino l’ha fatta diventare un’icona sexy di quegli anni. Il suo nome però è legato al “Giallo di Parma”, che riempì le pagine dei giornali scandalistici di tutta Italia e non solo, arrivando a conquistare parecchie copertine.

Tamara Baroni aveva infatti una relazione segreta con Pierluigi Bormioli, noto e ricco industriale parmigiano, che aveva preso la decisione di rompere la relazione segreta. La donna per vendetta si era rivolta alla polizia denunciando un complotto ai danni della moglie del suo ex amante che aveva a suo dire assoldato dei killer per ucciderla. La Baroni però aveva raccontato pure che l’industriale era solito usare stupefacenti, che tollerava che la moglie avesse delle relazioni segrete, e che l’avrebbe costretta ad abortire.

La polizia aveva però capito che nelle dichiarazioni della donna c’era qualcosa che non andava e ben presto aveva confessato di essersi inventata tutta la storia e per un mese e mezzo era stata in carcere. La donna ha fatto quindi perdere le sue tracce e si è ricostruita una vita in Brasile, con marito e figli.

Dopo quasi quarant’anni, il sito Pramzanblog.com, curato dal giornalista Achille Mezzadri, è riuscita a rintracciarla. Dal suo “esilio” ha raccontato di aver deciso di scrivere una sua autobiografia, “Tamara, la parmigiana”, ma nessun editore ha dato il consenso alla pubblicazione.

Tamara Baroni ha così pensato di pubblicare online le sue memorie per dare la sua versione sullo scandalo che l’ha vista coinvolta e il prossimo 8 febbraio ci sarà la presentazione ufficiale nella sua città natale. «Probabilmente a qualcuno dava fastidio – ha detto la donna – che io dicessi la verità sulle mie vicende di tanti anni fa, ma io voglio che si sappia che cosa accadde veramente”.

*Scuola di giornalismo Luiss