La Lega si prende Bibbiano. La vendetta delle Sardine: “Idea Papeete per chiudere campagna elettorale”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Gennaio 2020 11:59 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2020 12:03
Sardine, Ansa

Una manifestazione delle Sardine a Roma (foto d’archivio Ansa)

ROMA – La Lega si prende la piazza principale di Bibbiano per chiudere la campagna elettorale (soffiandola alle Sardine) e il movimento anti sovranista allora pensa al Papeete.

Le Sardine, infatti, ora pensano al Papeete di Milano Marittima, lo stabilimento reso celebre l’estate scorsa da Matteo Salvini, per chiudere la campagna elettorale in Emilia Romagna. “E’ una delle possibilità –  conferma Lorenzo Donnoli, portavoce del movimento anti-sovranista, ospite questa mattina della trasmissione Agorà su Rai3 –  Chiuderemo la campagna elettorale in un luogo simbolico e potrebbe essere il Papeete”.

Fonte: Agorà, Adnkronos.

La manifestazione di Bologna.

Ieri, domenica 19 gennaio, manifestazione delle Sardine a Bologna.

“La piazza è già stracolma: ci sono già 35-40mila persone”, ha detto il leader del movimento Mattia Santori.

“Abbiamo scelto piazza VIII agosto – ha spiegato -, perché era più grande e facile da gestire, ma potevamo andare in una piazza grande il doppio”.

“Bonaccini? Non l’abbiamo mai incontrato, è l’unico che neanche per vie traverse ci ha cercato”: dice Santori che, invece, rivela: “esponenti, anche di spicco, dei Cinque Stelle ci hanno contattato, anche se non Di Maio”. Santori ha anche bocciato la scelta del M5s di correre da soli alle Regionali di domenica: “Personalmente non ci sembra sia stata colta l’opportunità politica di questo momento”.

Fonte: Ansa.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.