Bossi rilancia l’euroregione e avverte: “Io e Maroni faremo risorgere la Lega”

Pubblicato il 10 agosto 2012 0:55 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2012 1:07

Umberto Bossi (Foto Lapresse)

CALCIO (BERGAMO) – ”L’Europa ha fallito, perché non ha seguito il progetto secondo il quale doveva essere fatta dalle Regioni e non dagli Stati, pieni di debiti. Gli Stati l’hanno obbligata a coprire i loro crimini”: Umberto Bossi è tornato a parlare, e non ha cambiato i toni usuali. Lo ha fatto dal comizio di Calcio (Bergamo), giovedì sera.

”Tra poco ci saranno i manifesti con il confine della euroregione”, ha detto, riprendendo il progetto dell’euroregione padana alpina, già annunciata in altri interventi sempre nella Bergamasca. ”In Svizzera mi sembra di essere a casa. Ho fatto un comizio a Locarno in dialetto”.

Il fondatore della Lega Nord è tornato anche sulla questione dei conti del Carroccio dopo il caso Belsito: ”Abbiamo chiamato una società americana per controllare il bilancio della Lega: non risulta quasi niente di quello di cui ci hanno accusato, ha detto. Non è emerso niente di quel che riguarda la mia famiglia e i miei figli”, negando le notizie sulle spese per il figlio Renzo e non solo.

Per quanto riguarda poi i rapporti con il successore Roberto Maroni, Bossi non si tira indietro, anzi. ”L’asse Bossi-Maroni tirerà fuori la Lega dalle difficoltà attuali”, ha annunciato. Precisando:  ”Anche se io sono all’ultimo posto lavoro comunque. Le mie idee non costano niente e le regalo volentieri. Voglio bene alla Lega e non sarò io a dividere”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other