Politica Italia

Lega, conti correnti bloccati. Salvini: “Magistratura ci vuol far fuori”. Renzi: “Ma se hanno rubato…”

Lega, conti correnti bloccati. Salvini: "Magistratura ci vuol far fuori". Renzi: "Ma se hanno rubato..."

Lega, conti correnti bloccati. Salvini: “Magistratura ci vuol far fuori”. Renzi: “Ma se hanno rubato…” (foto Ansa)

ROMA – Il leader della Lega, Matteo Salvini, contesta il blocco dei conti correnti intestati a diverse sezioni del partito disposto dalla magistratura di Genova. Ma il segretario del Pd, Matteo Renzi, replica: “Ma se hanno rubato 48 milioni… Così la smetteranno di fare tutti i giorni la morale a Roma ladrona”.

“C’è una scheggia della magistratura che fa politica e vuole mettere fuori legge la Lega, vogliono farci fuori, metterci nelle condizioni di non esistere”, attacca Salvini di fronte all’avvenuto blocco dei conti correnti intestati a diverse sezioni della Lega.

Finora, riferisce lo il segretario del Carroccio in conferenza stampa alla Camera, “sono stati bloccati i conti correnti di Imperia, Bologna, Bergamo, Sanremo e Trento”. Tutto, “a fronte di 400mila euro, presunti, utilizzati da Bossi e i suoi figli e Belsito” nella causa che è arrivata a sentenza di primo grado questa estate. L’atto, di cui i vertici della Lega non erano al corrente “perché a noi non è stato recapitato nulla, non abbiamo nessun atto in mano”, è stato disposto dalla magistratura di Genova.

Ma Renzi attacca frontalmente: “I leghisti  si sono trovati bene a Roma… Tutti i giorni la Lega fa la morale a Roma ladrona ma nessuno che dica che c’è un partito che ha rubato i soldi del contribuente”, così ha dichiarato alla festa dell’Unità di Frascati, vicino Roma. “La Lega deve dare 48 milioni di euro del contribuente. E nessuno ne parla. Salvini è tutti i giorni sui talk show, è dappertutto tranne a Bruxelles, e nessuno che gli chieda conto dei soldi”, sottolinea il segretario del Pd.

To Top