Lega Nord, salta la “cena degli Ossi”. A Calalzo la fanno diventare “popolare”

Pubblicato il 6 agosto 2012 14:36 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2012 14:41
Bossi

Umberto Bossi (LaPresse)

CALALZO (BELLUNO) – La tradizionale cena degli ossi, quella organizzata ogni anno dalla Lega Nord  a Calalzo, in provincia di Belluno, non ci sarà. Ma Calalzo e il suo sindaco se ne fanno una ragione e inventano la ”cena popolare”, il prossimo mercoledì 8 agosto, dedicata a chi ha a cuore il paese e nel tempo ha lavorato per farlo crescere. La partecipazione è libera, come gratuiti saranno il cibo e i divertimenti ad essa collegati.

”Un’iniziativa a costo zero per le casse dell’ amministrazione – esordisce il sindaco Luca De Carlo – Sarà il Gruppo Natura e Sport infatti ad organizzare ed accollarsi i costi assieme a tanti privati che hanno voluto contribuire anche economicamente all’iniziativa”. I consiglieri comunali serviranno ai tavoli nella piazza principale del paese con uno slogan sulle magliette: ”Alla gente serviamo noi!”.

De Carlo sfiora soltanto l’argomento Lega. ”Quell’ appuntamento tra politici, che quest’anno non si è rinnovato – precisa – si svolgeva in un luogo privato, chiuso alla partecipazione popolare. Noi invece, senza alcuna polemica intendiamoci, puntiamo a creare una alternativa per coloro che vogliono bene a Calalzo, ripetendola tutti gli anni finché ci sarà possibile”.