Lega Nord: "Niente gay pride a Bassano, è città degli alpini"

Pubblicato il 28 Giugno 2012 14:01 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2012 15:10

BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA), 28 GIU – ''Che Bassano diventi per un pomeriggio la capitale dell'omosessualita' la trovo una cosa del tutto fuori luogo'': e' il commento della bassanese Mara Bizzotto, parlamentare europea della Lega Nord, sulla manifestazione 'Bassano Pride' in programma sabato nella citta' del Grappa.

''Che la sfilata dell'orgoglio gay passi anche sul Ponte degli Alpini, un luogo sacro per tutti gli alpini e l'intero territorio che rappresenta il simbolo della nostra citta' in tutto il mondo – ha aggiunto – lo considero ancora piu' grave ed inaccettabile''.

''Nessuno vuole discriminare gli omosessuali, ma organizzare una simile manifestazione a Bassano e' una cosa inopportuna ed inadatta sotto tutti i punti di vista – spiega Bizzotto – voglio sperare che questa manifestazione non si tradurra' nella solita carnevalata di eccessi ed oscenita' a cui ci hanno abituato i gay pride in giro per l'Italia e l'Europa''.

Per la parlamentare europea, e' ''sconcertante che da parte dell'amministrazione comunale ci sia stato, in un primo momento, un silenzio complice su questa iniziativa e, in un secondo momento, addirittura un aperto consenso alla manifestazione come dimostrano le dichiarazione del sindaco Cimatti e del suo assessore, nonche' segretario regionale del Pd, Rosanna Filippin – conclude l'on. Mara Bizzotto – se il sindaco e l'assessore sono contenti di ospitare un gay pride, i bassanesi assolutamente no: Bassano merita molto di piu' e di meglio che vedere un gay pride sfilare per le strade cittadine''.