Premio di maggioranza, preferenze e presidenzialismo: le tre P di Berlusconi

Pubblicato il 11 luglio 2012 0:23 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 0:37
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA – Premio di maggioranza al partito che vince e ripristino delle preferenze: è quello che vorrebbe Silvio Berlusconi d’intesa con il Pdl. Lo scrive l’agenzia Ansa, in base a quanto è trapelato dall’incontro a Palazzo Grazioli.

Il Pdl sarebbe dunque pronto a discutere con le altre forze politiche la possibilità di raggiungere un accordo sula legge elettorale, anche se spiegano dal partito, le chance di trovarlo sono ridotte al minimo.

Tanto che la soluzione più probabile è quella di confrontarsi direttamente in Aula e provare a trovare in Parlamento i voti per modificare l’attuale sistema elettorale.

Nel corso della riunione, sempre secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, Berlusconi avrebbe insistito sulla necessità di andare avanti con l’obiettivo di approvare il semipresidenzialismo, riforma che dalla prossima settimana sarà di nuovo in discussione nell’Aula di palazzo Madama.

La speranza del Pdl è quella di approvare in prima lettura al Senato la riforma presidenzialista in modo da ”inchiodare” il resto dei partiti, ed in particolare il Pd, di fronte alla responsabilità di approvare le riforme.

L’ipotesi di una legge elettorale proporzionale con le preferenze rappresenta anche un amo che il Cavaliere getta all’Udc da sempre favorevole al ripristino della scelta dei parlamentari da parte degli elettori. Un sistema di questo tipo poi, fanno sapere a via dell’Umiltà, troverebbe una certa disponibilità anche nella Lega Nord.

Negli ultimi giorni si sarebbero intensificati i contatti tra il segretario del Pdl Angelino Alfano e quello della Lega Nord Roberto Maroni proprio per discutere di riforme e legge elettorale. L’asse con il Carroccio nell’approvazione del semipresidenzialismo potrebbe ripetersi anche sulle eventuali modifiche all’attuale sistema di voto.

Se la legge elettorale è stata l’argomento clou del vertice a via del Plebiscito, la riunione è servita anche a fare il punto sui provvedimenti all’esame del Parlamento, ed in particolare sulla spending review che il Pdl chiede di approvare velocemente. Così come non è escluso che il Cavaliere con lo stato maggiore del partito abbia ragionato sui possibili scenari in vista del 2013.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other