Legge elettorale, primo sì della Camera alla fiducia sul Rosatellum

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2017 17:53 | Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2017 20:54
legge-elettorale-camera-fiducia

Legge elettorale, primo sì della Camera alla fiducia sul Rosatellum (Foto Ansa)

ROMA – La Camera ha confermato la fiducia al governo sul primo e sul secondo articolo della legge elettorale. I voti a favore sono stati nel primo caso 307, 90 i contrari, nove gli astenuti, nel secondo caso i voti a
favore sono stati 308, 81 i contrari, otto gli astenuti. Giovedì mattina, a partire dalle 9, si terranno le dichiarazioni di
voto sulla terza ed ultima fiducia, quella posta sull’articolo 3
del testo.

Il voto si è svolto mentre fuori da palazzo Montecitorio infuriava la manifestazione del Movimento 5 stelle, con fischi rivolti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Lo stesso Beppe Grillo ha rilasciato dichiarazioni infuocate sul cosiddetto Rosatellum bis. Ma critiche sono arrivate anche da Mdp e Sinistra italiana, che hanno convocato i loro sostenitori a piazza del Pantheon per le 17:30, e dall’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che critica il metodo con cui la legge è arrivata in aula.

“La fiducia sulla legge elettorale è un atto eversivo. Solo Mussolini aveva fatto cose simili”, ha tuonato Alessandro Di Battista alla trasmissione Circo Massimo, su Radio Capital, intervistato da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto.

Il deputato del Movimento 5 Stelle ha invitato il presidente della Repubblica a “pensarci 100, 1000 volte prima di firmare il Rosatellum bis” e ha parlato di “democrazia in pericolo, è a rischio. Il Parlamento viene composto dai rappresentanti del popolo. Con questa legge sarà composto da rappresentanti dei partiti”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other