Legge di Stabilità, Gasparri: “Niente tagli alla sicurezza o la bocciamo”

Pubblicato il 5 Novembre 2012 13:52 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2012 15:56
Maurizio Gasparri (Foto Lapresse)

ROMA – ”No” a tagli agli organici delle forze di polizia, il governo ”sia coerente”. Lo dichiara il presidente del gruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, aggiungendo che ”qualora le nostre proposte non venissero accolte, la legge di stabilità non meriterebbe altro che la bocciatura”.

”Giustamente – sostiene Gasparri – il presidente del Consiglio Monti, in occasione dell’assemblea generale dell’Interpol, ha detto che la lotta al crimine organizzato rappresenta una priorità per tutti i governi. Analoghe considerazioni sono state fatte dal Presidente della Repubblica Napolitano. Ed allora, per tradurre le parole in fatti, il governo deve dare parere favorevole all’emendamento alla legge di stabilità presentato dal Pdl alla Camera per evitare che i tagli agli organici delle forze di polizia stabiliti con la spending review ne riducano l’efficienza e la possibilità di intervento a tutela della sicurezza dei cittadini.

Il ripristino ed il rispetto degli organici delle forze di polizia è un’esigenza prioritaria. Su questo punto bisogna essere coerenti e determinati. Qualora le nostre proposte non venissero accolte, la legge di stabilità non meriterebbe altro che la bocciatura”, conclude.

Ma che il tema della sicurezza sia un punto chiave su cui il Pdl non intende transigere lo conferma anche il vice capogruppo Piero Laffranco: “Il tema della sicurezza dei cittadini è una priorità. O il governo dà parere favorevole all’emendamento che il Pdl ha presentato per evitare l’indebolimento delle forze dell’ordine o per noi diventa impossibile votare favorevolmente la legge di stabilità”