Legge di stabilità, Balduzzi sbotta: “Non mi obbliga nessuno a fare il ministro”

Pubblicato il 10 Ottobre 2012 0:14 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 0:26
Renato Balduzzi (Foto Lapresse)

ROMA – ”Non mi ha obbligato nessuno a fare il ministro…”. Suona quasi come l’annuncio di una dimissione prossima, la frase dl ministro della Sanità Renato Balduzzi.

Una frase diretta al Consiglio dei Ministri, dove è arrivata una bozza di legge di stabilità che prevede un taglio di un miliardo e mezzo al suo dicastero.

L’allusione o minaccia che sia di Grilli arriva al termine di una giornata iniziata con il ministro dell’Economia Vittorio Grilli che ha recapitato ai colleghi una nuova versione della Finanziaria con un nuovo intervento di spending review messo a punto dal commissario Enrico Bondi. Con i tagli alle Asl previsti nel decreto di giugno letteralmente raddoppiati.