Lavoro, precari, evasione? Macché, i parlamentari si occupano soprattutto di giustizia. L’indagine di Openpolis

Pubblicato il 28 Febbraio 2011 10:47 | Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2011 10:47

Una veduta dell'aula di Montecitorio

ROMA – Di cosa si occupano deputati e senatori? Soprattutto di giustizia: stando ai dati raccolti da Openpolis e relativi all’attività parlamentare, i temi su cui si concentra maggiormente l’attenzione in Camera e Senato sono quelli che parlano di diritto penale.

Come ha scritto Antonello Caporale su Repubblica, “le leggi sulla giustizia godono di una attenzione sei volte maggiore di quella destinata alla disoccupazione, molto più di cinque volte se raffrontata alla tutela del patrimonio artistico, alla ricerca scientifica o anche alle forme di lotta all’evasione fiscale. Se c’è un’ora di tempo, quaranta minuti vanno di là (processo giusto, breve, abbreviato, diritti degli imputati, diritto alla prescrizione, diritto alla privacy); i restanti vengono spalmati sul resto dello scibile”.

La “classifica” di interesse mette al primo posto dunque le questioni legali, seguite nell’ordine da: sviluppo economico, criminalità organizzata, evasione fiscale, ricerca scientifica, federalismo, patrimonio artistico e disoccupazione.

Per quanto riguarda invece la “paternità” delle leggi, i numeri forniti da Openpolis confermano la “predilezione” che l’attuale esecutivo ha per l’approvazione tramite decreto legge: il 32,73% delle leggi è stato infatti “licenziato” dal governo, a fronte dello 0,56% di quelle approvate dal Parlamento.