L’eredità di Almirante? Donna Assunta: “100 milioni in immobili del vecchio Msi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 febbraio 2015 14:31 | Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2015 14:31
L'eredità di Almirante? Donna Assunta: "100 milioni in immobili del vecchio Msi"

L’eredità di Almirante? Donna Assunta: “100 milioni in immobili del vecchio Msi”

ROMA – L’eredità di Almirante? Donna Assunta: “100 milioni in immobili del vecchio Msi”. In occasione del centenario della nascita di Giorgio Almirante, la vedova Donna Assunta, ultima icona della destra dura e pura italiana e ormai novantenne, ha ripreso con rinnovato vigore a parlare del vecchio Msi, a partire dalla ferita ancora aperta della svolta con cui a Fiuggi Fini liquidò un’intera storia.

Ma l’eredità di quella storia non è solo ideale. Mimmo Di Marzio su Il Giornale ha raccolto impressioni, suggerimenti, giudizi di Donna Assunta: spiccano, fra le tante cose menzionate, quei 100 milioni che costituiscono il patrimonio missino.

Insomma, di quel glorioso Msi sono rimasti soltanto ricordi e commemorazioni?…

«Veramente è rimasto un patrimonio immobiliare di cento milioni di euro, il nostro è stato il partito più ricco di tutti e lo sa perché?».

Me lo dica lei.

«Perché nessuno rubava come facevano gli altri e tutti i soldi del finanziamento al partito venivano investiti nelle sedi del Movimento. Mio marito ha cominciato a comprarle con le cambiali, e adesso le usano tutti».
Anche la famosa casa di Montecarlo?

«No, quella fu un bene donato al partito da una contessa, e Fini se n’è appropriato per farci gli affari suoi». (Mimmo Di Marzio, Il Giornale)