L’esercito delle 90 mila “auto blu”, nel 2010 sono costate circa 300 milioni di euro

Pubblicato il 25 Giugno 2010 16:39 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2010 17:13

Ci sono, in Italia, 90 mila “auto pubbliche” che circolano ogni giorno per le nostre strade. E per auto blu si intende macchine delle pubbliche amministrazioni pagate con soldi pubblici. Il conto di quante sono state le auto blu nel 2010, ovvero 90 mila, è stato fatto, per la prima volta, dal ministero della Funzione Pubblica attraverso il Formez.

I dati sono stati resi noti dal responsabile di Palazzo Vidoni, Renato Brunetta. Secondo lo studio, 10 mila sono le auto ‘blu blu’ in dotazione ai politici (dal Capo dello Stato in giù); 20 mila le ‘blu’ degli ‘alti papaveri dello Stato’; 60 mila le ‘grigie’ (a uso di servizio, senza autista). Il costo medio annuale per ogni singola auto si stimi ammonti a circa 3 mila 300 euro. Il costo medio annuo per auto stimato in 3.300 euro si riferisce ai soli consumi: sono inclusi i costi di bollo e carburante, mentre sono esclusi, i costi del personale e quelli di noleggio, acquisto e manutenzione. Il costo medio e’ stato calcolato sulle dichiarazioni di spesa presentate dalle singole amministrazioni e diviso per il numero dell’intero parco auto, incluse le auto non utilizzate o poco utilizzate. Nel 2009 esso varia, per le singole fasce, da circa 8 mila per le auto ‘blu blu’, ai 3 mila per le ‘blu’ fino ai 2 mila per le ‘grigie’.

Facendo un rapido calcolo, dunque, nel 2010 lo Stato italiano ha speso 297 milioni di euro per fornire auto e autisti ai funzionari delle pubbliche amministrazioni.

L’obiettivo di Brunetta è quello di fare chiarezza sulla questione delle auto della Pubblica Amministrazione per ”contrastare leggende metropolitane spesso propagandate senza statistica metodologica”. Nei mesi scorsi, infatti, sono stati diffusi dati che davano in oltre 620 mila le auto blu nel nostro Paese. A maggio scorso, quindi, il ministero della Pubblica Amministrazione ha affidato al Formez la realizzazione di un monitoraggio i cui primi risultati sono stati appunto resi noti oggi.

Un questionario on-line è stato inviato a 9.199 amministrazioni centrali e locali e ad oggi hanno risposto in circa 2.400. Le amministrazioni finora rilevate rappresentano il 41,5% del totale dei dipendenti della amministrazioni interessate. In particolare rappresentano l’86% di quelli dei ministeri, il 55% delle province e il 78% dei comuni capoluogo.

Nel 2009 i costi del parco auto delle amministrazioni che hanno risposto al questionario hanno sfiorato gli 88 milioni. Il personale impegnato (autisti, addetti al parco auto, manutenzione), sulla base di quanto hanno dichiarato le singole amministrazioni, è stato pari a circa 40 mila unità (1,4 unita’ per auto).