Letta bis a 161 voti in Senato: caccia a ribelli 5 Stelle e responsabili Pdl

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2013 9:30 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2013 9:30
Letta bis a 161 voti in Senato: caccia a ribelli 5 Stelle e responsabili Pdl

Letta bis a 161 voti in Senato: caccia a ribelli 5 Stelle e responsabili Pdl (infografica de La Stampa, 30 settembre)

ROMA – Letta bis a 161 voti in Senato: caccia a ribelli 5 Stelle e responsabili Pdl. “Una soluzione si troverà in Parlamento”: chi, come Stefano Fassina, scommette su una maggioranza alternativa alle larghe intese, ha ripreso in mano il pallottoliere del Senato. Per raggiungere il quorum una nuova maggioranza ha bisogno di 161 voti: per ora, Pd-Scelta Civica-Autonomie  si fermano a 138 voti (il presidente del Senato Piero Grasso per prassi si astiene). Cui vanno aggiunti i 5 dei senatori a vita (ma quello di Ciampi non è scontato per le sue difficili condizioni di salute). A quota 142/3 troviamo dunque i favorevoli certi.

Pescando nell’emiciclo, in ordine di maggiore propensione a formare un Letta bis, troviamo, i 7 voti di Sel (ma dai montiani scartano l’abbraccio per consentire movimenti in entrata di centristi di area berlusconiana). Tra gli incerti ci sono in bilico i voti di Gal (una decina di autonomie centrodestra) e degli ex 5 Stelle fuoriusciti dal movimento (4 sicuri, una decina i “convertibili”). Dei contrari ma dubbiosi e suscettibili di ripensamenti 4 senatori Pdl (Quagliariello, Pagano, Torrisi e Giovanardi). La truppa dei “responsabili” Pdl (i “diversamente berlusconiani” di Alfano) potrebbe ingrossarsi strada facendo. E’ qui che si giocano le possibilità di un Letta bis, sante il no preventivo di Grillo che rende impossibile uno spostamento a sinistra.

L’attuale maggioranza in Senato:  238 voti.

Soglia richiesta per un Letta bis: 161 voti.

Favorevoli senza Pdl e Gal: 137. Voti mancanti: 24.

Favorevoli con Sel: 144. Voti mancanti 17.