Letta a convention Sant’Egidio: “Una preghiera per Italia”. Poi va da Napolitano

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 settembre 2013 20:43 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2013 21:19
Letta a convention Sant'Egidio: "Una preghiera per Italia". Poi va da Napolitano

Letta a convention Sant’Egidio: “Una preghiera per Italia”. Poi va da Napolitano

ROMA – “Noi ce la metteremo tutta, perché siamo determinati, ma lasciatemi dire che se vi scapperà qualche preghiera, in questi giorni, per l’Italia, sarà gradita…”. Scherza, senza nascondere un filo di amarezza, il presidente del Consiglio, Enrico Letta, al termine del suo intervento alla convention organizzata, all’Auditorium della Conciliazione di Roma, dalla Comunità di Sant’Egidio “Religioni e culture in dialogo”.

Poi si è recato al Quirinale, intorno alle 19, dove ha incontrato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Insieme hanno convenuto che serve un chiarimento in Aula.

Ma i venti della crisi di governo per un momento si sono sentiti anche nell’Auditorium della Conciliazione: “Lo spirito di Assisi è quello che aleggia oggi – ha detto Letta alla convention – ed è quello che mi fa dire oggi che noi ce la metteremo tutta perché siamo iper-determinati, ma se vi scapperà qualche preghiera per l’Italia in questi tre giorni, sicuramente sarà utile”.