Lettera Ue, Sacconi: "Falso parlare di licenziamenti facili"

Pubblicato il 27 ottobre 2011 13:37 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2011 13:58

ROMA – ''E' assolutamente falso parlare di licenziamenti facili. Abbiamo aderito alla raccomandazione inviataci del Consiglio Ue nel luglio scorso''. Così il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, sui licenziamenti per motivi economici che il governo italiano si è impegnato con l'Ue a rendere possibili dal maggio 2012.

''Il nostro obiettivo – ha proseguito Sacconi – è di favorire la propensione all'assunzione e lo sviluppo delle imprese. Scoraggeremo forme improprie di precarietà, restringendo le modalità di impiego delle collaborazioni a progetto e dei tirocini, e contemporaneamente snelliremo le procedure di licenziamento per ragioni economiche''.