Lockdown, Conte: “Possibili misure restrittive nelle Regioni”

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2020 18:40 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2020 8:54
Sondaggio, fiducia in Conte scesa al 55%. A marzo durante il lockdown era al 71%

Sondaggio, fiducia in Conte scesa al 55%. A marzo durante il lockdown era al 71% (Foto Ansa)

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nega un lockdown ma apre a restrizioni a livello di Regioni

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nega la possibilità di un lockdown nazionale ma apre a possibili lockdown locali. 

“Lo schema è molto chiaro: continueremo ad aggiornarci costantemente con le Regioni. La formula vincente è collaborare, collaborare, collaborare. Per la Campania come per le altre Regioni abbiamo predisposto la possibilità per i presidenti di introdurre misure restrittive non appena se ne presentasse la necessità. Per le misure di allentamento occorre invece un’intesa con il ministro della Salute”. Lo ha detto il premier rispondendo a Capri a chi gli chiede se potrebbe esserci un lockdown in Campania.

Rischio ospedali al collasso

“Se cresce il numero dei contagiati e il numero delle persone negli ospedali e in particolare in terapia intensiva andremo di nuovo in difficoltà. Dobbiamo fermare questa curva e per farlo non c’è modo migliore che rispettare le regole”, ha aggiunto. 

“Continua questa curva che sta lentamente ma progressivamente crescendo, è la ragione per cui abbiamo adottato misure più restrittive: non ci ha fatto affatto piacere ma dobbiamo adesso rispettare le regole più restrittive. C’è il nuovo innalzamento ma c’è anche un record di tamponi ma è chiaro che non può non preoccupare e non spingerci a rispettare tutte le regole”.

L’incognita Natale

Commentando poi le parole del virologo Andrea Crisanti, che non esclude la necessità di un lockdown a Natale, Conte ha detto: “Io non faccio previsioni per Natale, io faccio previsioni in questo momento delle misure più adeguate idonee e sostenibili per prevenire un lockdown ma è chiaro che molto dipenderà dal comportamento” dei cittadini. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)