Lombardia, Formigoni “piange” per i tagli di Tremonti. Ma usa i fondi regionali per Comunione e Liberazione

Pubblicato il 5 Luglio 2010 17:07 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2010 17:25
roberto formigoni

Roberto Formigoni

Nel giorno in cui Formigoni ha accusato Tremonti di voler tagliare i fondi alle Regioni, la Lega accusa Formigoni di dirottare fondi della Regione Lombardia verso il meeting di Comunione e Liberazione. Stefano Galli, capogruppo del Carroccio in Consiglio regionale, ha rivelato i numeri: ”Ci sono 234 mila euro che stanno per prendere il volo dal Pirellone ed atterrare al meeting di Rimini, l’annuale kermesse dei ciellini”. Il governatore lombardo dunque chiede soldi per poi dirottarne una parte ai suoi amici “ciellini”?

Secondo quanto ha riferito Galli, la commissione tecnica Comunicazione, la Presidenza della Giunta e gli assessori alla Famiglia e alle Infrastrutture “hanno già predisposto tre delibere in cui si vorrebbero spendere i soldi dei cittadini lombardi per finanziare stand, gadgets e pagine pubblicitarie nell’ambito del Meeting di Rimini 2010”.

Dei 234 mila euro di cui parla Galli, ”168 mila sono di competenza della Direzione centrale relazione esterne (in capo a Formigoni), 50 mila euro di competenza della Direzione generale Famiglia (che  fa capo al cognato del governatore Giulio Boscagli) e 16.201,20 euro della Direzione generale Infrastrutture (che fa capo a Raffaele Cattaneo)”. Sia Formigoni, sia Boscagli sia Cattaneo, manco a dirlo, fanno parte di Cl.

Galli ha concluso con la convinzione che “i soldi dei contribuenti lombardi andrebbero spesi diversamente, soprattutto in tempo di crisi e di ristrettezze alle finanze pubbliche. Siamo ovviamente dalla parte delle Regioni, ma se vogliamo essere pienamente credibili cominciamo a tagliare ogni forma di sprechi”.