Lorenzo Fioramonti, candidato M5s a Roma: cervello in fuga ed economista nemico del Pil

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 gennaio 2018 9:53 | Ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2018 9:53
Lorenzo-Fioramonti-economista-M5s

Lorenzo Fioramonti, candidato M5s a Roma: cervello in fuga ed economista nemico del Pil

ROMA – I cinque stelle candidano a Roma Lorenzo Fioramonti, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Pretoria (Sudafrica), dove dirige il Centro Studi sull’Innovazione nella Governance e dove è Vice Direttore del campus sullo sviluppo sostenibile Future Africa. Fioramonti fa parte di quella schiera di economisti che contestano l’ossessione di economia e politica per la crescita del Pil, indicatore considerato non più idoneo a misurare il benessere di una nazione.

L’incontro con i Cinque Stelle è avvenuto ad aprile 2017, quando il deputato Giorgio Sorial lo ha invitato ad un convegno a Montecitorio. In un quarto d’ora il prof ha conquistato i cinque stelle con concetti come sviluppo sostenibile e qualità della vita. Il video del suo intervento caricato su YouTube ha fatto incetta di visualizzazioni.

Successivamente gli è stato chiesto un contributo alla stesura del programma economico. E ad agosto dello stesso anno il blog di Grillo ha ospitato un suo intervento, in cui è tornato sul suo cavallo di battaglia: il Pil non è più un indicatore idoneo a orientare le scelte politiche ed economiche di una nazione.

I contatti sono proseguiti fino a ieri, quando un comunicato del Movimento ha ufficializzato la sua investitura, oltre ad illustrare tutti i numerosi titoli del prof. Fioramonti, che martedì ha accompagnato Luigi Di Maio alla registrazione di Porta a Porta. Nel salotto di Bruno Vespa, il prof ha detto: “Chi come me sviluppa un certo tipo di conoscenza non poteva che aderire ad un Movimento come il M5s”. Approva senza mezzi termini la proposta di reddito di cittadinanza, l’intervento che caratterizza prioritariamente il programma del Movimento: “Una forma di garanzia nei confronti delle famiglie. Un ottimo modo – assicura l’economista – per rilanciare i consumi e diminuire la spesa dello Stato”.

Fioramonti, si legge nel comunitato dei 5Stelle, è anche Professore Emerito alla School of Public Leadership dell’Università di Stellenbosch, Senior Fellow al Centro per l’Investimento Sociale dell’Università di Heidelberg ed alla Hertie School of Governance (Germania) e Associate Fellow all’Università delle Nazioni Unite.

Il Prof. Fioramonti è il primo ed unico professore Jean Monnet in Africa. Svolge il ruolo di editor-in-chief della rivista Solutions che si occupa di sviluppo sostenibile ed è co-direttore del Journal of Common Market Studies, la rivista scientifica che si occupa di integrazione economica e politica in Europa.

E’ l’autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche e 10 libri. I più recenti sono Wellbeing Economy: Success in a World Without Growth (MacMillan 2017) e The World After GDP: Economics, Politics and International Relations in the Post-Growth Era (Polity 2017), che sono stati recensiti da Bloomberg e dal Financial Times. Fioramonti è il promotore di un’alleanza internazionale per l’economia del benessere di cui fanno parte i governi di Scozia, Costa Rica, Slovenia, Nuova Zelanda e Svezia, conclude la nota.