Lucia Azzolina: infrazione per dire effrazione. Ai social non par vero di far la lezione al ministro dell’Istruzione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Agosto 2020 10:41 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2020 10:41
Lucia Azzolina confonde infrazione con effrazione

Lucia Azzolina infrazione: gaffe del ministro su twitter (Ansa)

Anche quando veniale, l’errore di un ministro dell’Istruzione fa più rumore, la gaffe ingigantisce, i commenti negativi sui social si sprecano…

Ahi Lucia Azzolina, infrazione ed effrazione pari non sono, confonderne il significato autorizza spiacevoli sospetti anche fra i meglio disposti con il ministro M5S.

La classica buccia di banana l’ha apparecchiata ovviamente twitter, o meglio l’uso smodato della piattaforma social anche per le comunicazioni ufficiali. 

Occasione, l’irruzione di ladri all’interno di una scuola in Puglia.

Il tweet del ministro

L’IC “Virgilio – Salandra” di Troia (FG) ha subito un’infrazione ad opera di ladri che hanno fatto dei danni, per fortuna piccoli ma pur sempre meritevoli di condanna.

Ho sentito la DS Maria Michela Ciampi, al lavoro per la ripartenza, per rinnovarle la vicinanza del Ministero.

Lucia Azzolina infrazione, “che fa conciliaaa?”

I social la stanno massacrando, as usual, domani passeranno ad altro. Lucia Azzolina infrazione è un trend del momento.

“E’ passato col rosso uno dei banchi con le rotelle, scappato dall’istituto”, twitta uno ironizzando sull’evoluzione dinamica dello stare in classe in tempi di pandemia.

“La situazione si fa grammatica”, twitta un altro. Che fa ridere ma non centra in pieno il bersaglio, Azzolina non ha scritto un’effrazione senza apostrofo.

Qualcuno eccepisce su quel “meritevoli di condanna”: per ossequio a burocrazia e frasi fatte preferisce “passibili di condanna”.

E allora quel “rinnovarle la vicinanza” non esigerebbe un “i sentimenti di” o qualcosa del genere in mezzo a rinnovo e vicinanza?

Lucia Azzolina infrazione, multa in arrivo? Non esageriamo coi titoli: certo, un tentativo di furto con scasso ai danni della lingua italiana c’è stato. Una effrazione, piccola piccola, non meritevole di condanna… (fonte Leggo.it)