Lucia Azzolina, Lega e Salvini: “Tesi copiata? Dimissioni e si vergogni”. Lei smentisce: “Solo sciocchezze”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Gennaio 2020 17:49 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2020 10:44
Lucia Azzolina, Lega chiede dimissioni ministro dell'Università

Lucia Azzolina e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al giuramento da ministro (Foto ANSA)

ROMA – La Lega va all’attacco del neo ministro dell’Università Lucia Azzolina che, secondo il quotidiano La Repubblica, avrebbe realizzato la tesi riprendendo testi specialistici.

Alberto Bagnai, senatore leghista, nel primo pomeriggio del 12 gennaio invoca le dimissioni della Azzolina via Twitter. Una richiesta confermata anche dal leader della Lega Matteo Salvini, che dice: “Fare peggio del ministro Fioramonti sembrava impossibile. Si vergogni e vada a casa”.

In serata il ministro ha replicato alle accuse: “Non fatevi prendere in giro, non è né una tesi di laurea, né un plagio”. Il testo di cui parla Repubblica sarebbe infatti una tesina di fine tirocinio della Ssis, scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario. Poi risponde al leader leghista: “Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse”.

Lucia Azzolina, Salvini: “Si vergogni e vada a casa”

Non è mancato il commento di Salvini, che chiede a gran voce le dimissioni di Azzolina: “Fare peggio del ministro Fioramonti sembrava impossibile. E invece Azzolina ci stupisce: non solo si schiera contro i precari ma ora scopriamo che copia pure le tesi di laurea. Un ministro così non ha diritto di dare (e fare) lezioni. Roba da matti. Si vergogni e vada a casa”.

Salvini da Novellara, nel tour elettorale in vista delle Regionali in sostegno di Lucia Borgonzoni, ha poi rincarato: “Un ministro (Azzolina, ndr) che assume i professori che ha copiato la tesi e un altro ministro indagato (Manfredi, ndr) che ora rappresenta studenti e insegnanti. Penso sia indegno per la scuola italiana, si dimettano subito perché in classe ci devono andare persone preparate e al ministero ancor di più”.

Lucia Azzolina smentisce: “Salvini? Non mi stupisce, non ha mai studiato”

La Azzolina ha replicato alle accuse nel tardo pomeriggio del 12 gennaio: “Non fatevi prendere in giro, non è né una tesi di laurea, né un plagio. Ho sentito tantissime sciocchezze in queste ore, d’altra parte non mi stupisce che Salvini non sappia distinguere una tesi di laurea da una relazione di fine tirocinio Ssis (scuola di specializzazione all’insegnamento secondario). Non ha mai studiato in vita sua e sarebbe strano se le distinguesse”.

Poi ha concluso: “L’unica cosa che mi dispiace è parlare qui dal viaggio della memoria ad Auschwitz. D’altra parte l’anno scorso il ministro leghista Bussetti non si è presentato, e a maggior ragione era importante che io fossi qui oggi”.

Lega, da Bagnai a Latini: “Dimissioni per Azzolina”

Dopo le dichiarazioni apparse su Repubblica, Bagnai scrive su Twitter: “Appena hanno capito che si chiamava Azzolina e non Azzolini è uscito fuori questo! Ora facciamo come la Germania, dove Guttenberg, nel 2011, si dimise. Avete vilipeso il vostro Paese dipingendolo come un focolaio di corruzione? Ora seguite i vostri modelli”.

Anche Giorgia Latini, leghista e vicepresidente della Commissione Cultura alla Camera, ha dichiarato: “Quanto riportato dalle colonne di Repubblica oggi è gravissimo. Chiederemo al ministro Azzolina di venire subito in Aula a riferire e di rassegnare immediate dimissioni, come già in passato hanno fatto i suoi omologhi in altri Paesi, perché gli italiani e il mondo della scuola meritano rispetto e verità”.

La Latini ha poi aggiunto: “Che il governo giallorosso nutrisse scarsa considerazione per la scuola e l’istruzione era evidente dai tagli in Legge di Bilancio, ma la nomina di un ministro che ha fatto con i copia-incolla la propria tesi aggiunge la beffa al danno”.

(Fonte ANSA e Repubblica)