Luigi Di Maio candidato unico M5S, anche Alessandro Di Battista si chiama fuori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2017 12:19 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2017 12:19
Luigi Di Maio candidato unico M5S, anche Alessandro Di Battista si chiama fuori

Luigi Di Maio candidato unico M5S, anche Alessandro Di Battista si chiama fuori

ROMA – Luigi Di Maio candidato unico M5S, anche Alessandro Di Battista si chiama fuori. “Ho deciso di non candidarmi a Premier del Movimento 5 Stelle. Le ragioni le spiegherò durante il mio intervento sabato prossimo a Rimini”. Lo scrive il deputato M5s Alessandro Di Battista su Facebook. “Tra poco – scrive Di Battista – si inizierà a votare e invito alla massima partecipazione. A colui che sarà candidato faccio un grande in bocca al lupo ricordandogli che avrà un compito meraviglioso: quello di portare avanti il programma votato da migliaia di iscritti. Ringrazio tutte le persone che in queste ore mi hanno scritto chiedendomi di candidarmi. È meraviglioso avere tutto questo sostegno. Allo stesso tempo sono sicuro che la mia scelta sia quella giusta. A riveder le stelle!”, conclude.

La rinuncia di Di Battista, insieme alla mancata iscrizione di un altro big come Roberto Fico (scadevano i termini a mezzogiorno) spiana la strada a Luigi Di Maio, al momento praticamente candidato unico del Movimento a premier. Un problema per la base, visto che i nuovi regolamenti assegnano al candidato premier i poteri di leader e capo politico del M5S, ruolo finora tenuto da Grillo.

Una rivoluzione, nell’universo pentastellato, che irrita non poco gli ortodossi contrari al principio insito nella regola varata e preoccupati che una serie di poteri sia accentrata non più nel Garante ma in un suo esponente, presumendo così un conflitto di interessi. Da qui, anche, l’arrivo di Grillo a Roma: l’ex comico, molto probabilmente, rassicurerà i suoi sul fatto che non uscirà di scena e farà il punto anche sullo status quo delle primarie.