Luigi Di Maio gaffe: mostra il foglio e scivola sulla grammatica. 4 errori in tre righe

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2018 15:37 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2018 15:47
Luigi Di Maio gaffe: mostra il foglio e scivola sulla grammatica. 4 errori in tre righe

Luigi Di Maio gaffe: mostra il foglio e scivola sulla grammatica. 4 errori in tre righe

ROMA – Due congiuntivi sbagliati e altri errori in sole tre righe. Così Luigi Di Maio prova a scrollarsi di dosso lo scandalo dei rimborsi. Ma scivola clamorosamente sulla grammatica.

Il candidato premier del Movimento 5 stelle ha infatti lanciato l’iniziativa di far dimezzare lo stipendio dei parlamentari, subito dopo le elezioni. E lo fa sventolando, orgoglioso, un foglio in cui espone la sua, pur lodevole, proposta con tanto di strafalcioni.

In sintesi, Di Maio scrive che si impegna

“a far votare in Parlamento a tutto il gruppo parlamentare che rappresento, un (sic!) legge che dimezza (invece che dimezzi, ndr) le indennità dei Parlamentari e introduce (anche qui il congiuntivo è un optional, ndr) la rendicontazione puntuale dei rimborsi spesa (e non spese)”.

Due congiuntivi, una legge che diventa maschile e l’invenzione dei rimborsi spesa. Un po’ troppi errori per considerarli banali refusi.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other