Luigi Di Maio (M5s): “Via contingente italiano dall’Afghanistan”

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2018 12:37 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2018 12:37
Luigi Di Maio (M5s) annuncia: "Via contingente italiano dall'Afghanistan"

Luigi Di Maio (Foto Ansa)

ROMA  –  “Via il contingente italiano dall’Afghanistan”: è quanto promette il candidato premier del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, in campagna elettorale. “Noi del Movimento cinque stelle pensiamo che il contingente italiano non debba più restare in Afghanistan”, ha detto il leader politico del Movimento, parlando alla Link Campus University, e sottolineando: “Questa missione espone i nostri soldati a rischi inutili”.

Di Maio ha anche parlato della questione immigrazione: “Finché la crisi libica non sarà risolta l’Unione europea non può pensare che l’Italia sia un campo profughi”, ha detto il candidato premier M5s. “Mi aspetto collaborazione dai Paesi dell’Est che accedono a fondi europei e che non possono quindi non possono non accettare i ricollocamenti”.

Nei giorni scorsi il deputato pentastellato aveva dichiarato che si dovrebbero “obbligare i Paesi dell’Est Europa ad accogliere i migranti che arrivano in Italia” e avviare progetti di cooperazione con i Paesi africani da dove provengono i migranti economici, che vanno rimpatriati. “Bisogna potenziare le commissioni territoriali che fanno gli accertamenti sui migranti perché queste persone non possono aspettare due anni prima di sapere se possono restare da noi o se devono tornare in patria – ha detto Di Maio – chi sbarca nel nostro Paese, non arriva in Italia, arriva nell’Unione europea. Quindi i Paesi dell’Est Europa che oggi dicono di non voler accogliere i migranti devono sapere che loro ricevono dall’Ue molti più fondi di quanti ne versano e quindi o si fanno carico della quota di migranti che viene assegnata loro dall’Ue, o l’Unione smetterà di inviare soldi e quei soldi saranno utilizzati per l’accoglienza negli altri Paese europei”.

LEGGI ANCHE -> PROGRAMMA ELETTORALE E CANDIDATI DEL MOVIMENTO 5 STELLE