Luigi Di Maio parla già da premier: “Ascolteremo tutti, comincia la Terza Repubblica, quella dei cittadini”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 marzo 2018 13:02 | Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018 13:10
Luigi Di Maio parla già da premier: "Ascolteremo tutti, comincia la Terza Repubblica, quella dei cittadini"

Luigi Di Maio parla già da premier: “Ascolteremo tutti, comincia la Terza Repubblica, quella dei cittadini”

ROMA – Accolto da una sala stampa in fibrillazione (il capo della comunicazione Casalino minacciava un video autoprodotto) Luigi Di Maio saluta entusiasta ma compito il successo clamoroso dei 5 Stelle alle elezioni (“vittoria assoluta, M5s triplica il numero dei parlamentari eletti”).

Snocciolati i dati che attestano la distribuzione nazionale del successo, Di Maio parla già premier che abbia ricevuto l’incarico, legge il consenso popolare ricevuto come investitura a governare e si dichiara aperto al confronto con tutte le forze politiche, a cominciare da subito, per eleggere le figure di garanzia istituzionale (i presidenti delle Camere).

Per Di Maio comincia oggi finalmente la Terza repubblica (quella “dei cittadini”): un voto, sottolinea il Capo Politico, “non ideologico”. Nel considerare aperte tutte le opzioni di dialogo, Di Maio non ha mancato di evidenziare come l’altro vincente di questa tornata elettorale, Salvini, sia a capo di un partito “territoriale”.

Sono solo le prime reazioni post voto;: specularmente, Salvini aveva promesso di rimanere leale al centrodestra, per cui ha ribadito tre volte il no ad alleanze “strane”, leggi M5S, nonostante alcune aperturiste che lo avevano preceduto. La partita per la formazione di u nuovo governo è appena cominciata: nel formulare i suoi auguri di un governo stabile Angela Merkel spera ci vogliano meno dei sei mesi occorsi alla sua Grosse Koalition per vedere la luce (oggi la Germania ha un governo).