Università, Zanda: “Schifani voleva imbavagliarci. Ha fallito”

Pubblicato il 23 Dicembre 2010 0:47 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2010 0:47

Luigi Zanda

Sulla riforma dell’università il governo voleva imbavagliare l’opposizione e ha fallito. Ne è convinto il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda che spiega: “In Senato in questi ultimi tre giorni sono stati violati tutti i diritti dell’opposizione. Si è arrivati addirittura all’assurda imposizione di Schifani di concedere solo un minuto a ciascun gruppo parlamentare – e non a ogni senatore – per le dichiarazioni di voto”.

“Gli obiettivi – prosegue Zanda – erano quelli di impedire all’opposizione di esporre le proprie posizioni e chiudere i lavori entro questa sera. Il Pd ha preteso di poter illustrare le sue proposte per il rilancio dell’università italiana e le ragioni politiche che lo costringono a bocciare una legge che penalizza l’università, i professori e, soprattutto, gli studenti. Continueremo a farlo oggi e domani mattina in Senato e, domani pomeriggio, nella diretta televisiva”.