Il Pd “cancella” Lusi: “Incompatibile con noi, espulso”

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 17:37 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2012 18:03

ROMA – L’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi è stato dichiarato all’unanimità incompatibile con il Pd e i garanti del partito hanno adottato la massima sanzione prevista che e’ la cancellazione dall’albo degli elettori e dall’anagrafe degli iscritti.

Lusi, ha spiegato il presidente del Comitato di garanzia, Luigi Berlinguer, al termine della riunione, ”non e’ piu’ membro del Partito democratico”. I garanti hanno definito ”molto gravi” i reati contestati all’ex tesoriere della Margherita che ”ha una grave responsabilita’ non da lui contestata ma ammessa”.

L’appropriazione indebita all’ex Margherita, secondo i garanti, ”ha causato un grave danno al Pd e preoccupato l’opinione pubblica”. Da qui la decisione di adottare la sanzione piu’ grave che e’ la cancellazione dall’albo degli elettori e dall’anagrafe degli iscritti perche’, spiega Berlinguer, ”l’espulsione non e’ una sanzione piu’ prevista negli statuti dei partiti ma concettualmente la nostra decisione e’ la stessa”.