Caso Lusi: la Procura di Roma non procederà nelle indagini su Bianco e Rutelli

Pubblicato il 14 luglio 2012 12:57 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2012 13:38
Francesco Rutelli

Francesco Rutelli (LaPresse)

ROMA, 14 LUG – La procura di Roma non procederà nei confronti degli ex esponenti della Margherita, Francesco Rutelli e Enzo Bianco, in relazione a quanto affermato in sede di interrogatorio dall’ex tesoriere Luigi Lusi.

I pm indagheranno, invece, quest’ultimo, per calunnia in relazione alle accuse mosse, dopo il suo arresto, contro gli ex vertici Dl.

“Siamo soddisfatti, perché questo è il segno della coerenza con la quale la procura di Roma sta affrontando questo delicato caso”. E’ quanto affermano i legali della Margherita, gli avvocati Alessandro Diddi e Titta Madia che assistono Francesco Rutelli ed Enzo Bianco.

“Attendiamo – concludono – che si concluda rapidamente l’indagine principale di questa vicenda”.

”Se c’è una denuncia, l’iscrizione è un atto dovuto. La situazione non si è modificata rispetto a prima”. Questo invece il commento degli avvocati dell’ex tesoriere della Margherita Luca Petrucci e Renato Archidiacono, commentando la decisione della procura di Roma di indagare per calunnia il loro assistito. ”Aspettiamo di conoscere – concludono i penalisti – i risultati degli accertamenti fatti dalla procura a seguito dell’interrogatorio di garanzia. Attendiamo, comunque, che Lusi venga sottoposto ad un nuovo interrogatorio per chiarire la sua posizione”.