M5S, Il Mattino: “Angelo Tofalo non paga i contributi agli assistenti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2014 10:34 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2014 10:38
Angelo Tofalo

Angelo Tofalo

NAPOLI – Angelo Tofalo è il deputato M5S del “Boia chi molla” pronunciato solo qualche giorno fa. Secondo il Mattino il parlamentare campano avrebbe fatto in modo di non pagare direttamente i contributi ai suoi collaboratori, lasciando che siano coperti dall’Inps. Ovvero dai soldi dei contribuenti. Scrive il quotidiano:

Per i collaboratori, tuttavia, ha inventato un sistema tutto suo: ha infatti creato la ditta individuale «Tofalo Angelo» con indirizzo in Pellezzano. Tipo di azienda: «A1 – azienda con una sola posizione, senza unità operative, non autorizzata all’accentramento contributivo», per «attività dei partiti». Due assunzioni, con contratto “part time” ma a tempo indeterminato in modo da godere delle agevolazioni della legge 407 del 1990 che prevede, per soggetti disoccupati da più di 24 mesi residenti nelle regioni del Mezzogiorno, l’esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali, contributi che vengono coperti dall’Inps, cioè da tutti.