M5s, “App per controllare chi entra alla camera”. Idea anti lobby

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Maggio 2014 18:11 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2014 18:11
La protesta M5s contro il lobbista Luigi Tivelli

La protesta M5s contro il lobbista Luigi Tivelli (foto Ansa)

ROMA – Una app per monitorare chi entra e esce dalla Camera dei Deputati. Una app, che il Movimento 5 Stelle chiede, in funzione “anti lobbisti”. A parlare è il deputato M5s e vicepresidente della Camera Luigi Di Maio che spiega:

“Come è già alla Casa Bianca, gli italiani attraverso un’App devono poter controllare dal proprio cellulare chi sono i politici più ‘visitati’ e chi incontrano. Sono oltre 1.200 le persone che oggi girano a piede libero alla Camera con tesserini validi per tutta la legislatura, senza contare gli ex parlamentari e i consulenti a zero euro dell’amministrazione”.

La richiesta di Di Maio arriva attraverso un post sul blog di Grillo sulla questione dei controlli sui lobbisti e sui giornalisti in Parlamento:

“Preoccupazione destano anche gli oltre 70 giornalisti pensionati, accreditati dalla stampa parlamentare. Ombre che vagano indisturbate nelle stanze del parlamento italiano, entrano nelle commissioni, accedono agli uffici legislativi, scrivono leggi. Se la Camera deve diventare una casa di vetro – continua – i gruppi di pressione devono essere identificati e avere spazi di accesso limitati. Come in tutti i Paesi del mondo.”