M5S Lazio, consigliera denuncia altre firme falsificate per la città metropolitana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 marzo 2017 14:21 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2017 14:23
M5S, consigliera denuncia altre firme falsificate per la città metropolitana

M5S, consigliera denuncia altre firme falsificate per la città metropolitana

ROMA – M5S, consigliera denuncia altre firme falsificate per la città metropolitana. Un altro caso di firme falsificate da parte di esponenti del Movimento 5 Stelle: a rivelarlo una consigliera grillina di Fiano Romano che si è accorta di essere stata inserita a sua insaputa nell’elenco dei sottoscrittori di una lista di appoggio a quella del Movimento.

Patrizia Morganti, consigliera comunale,  è uscita allo scoperto sabato sera all’assemblea regionale dei meet-up: “Ho appreso con stupore che una delle firme relative alla votazione della città metropolitana era la mia. Questo non mi piace. Se vogliamo parlare di trasparenza dobbiamo applicarla a casa nostra. Voglio essere informata e ho il diritto di dirmi: guarda che c’è questo disegno”.

La consigliera si riferisce alle elezioni di secondo livello per la città metropolitana (che ha ereditato le funzioni della provincia) svoltesi a ottobre. La lista Patto Civico doveva fungere da appoggio a quella del Movimento nel tentativo fallito di vincere. L’operazione, segnala Simone Canettieri su Il Messaggero, è stata gestita dalla consigliera regionale Valentina Corrado. “Io ho dato la mia firma – è stata la denuncia della consigliera di Fiano – ma è finita in una lista che non era del M5S”.