M5S a Franceschini: “Nessuna aggressione, contestato da militanti comunisti”

Pubblicato il 21 Aprile 2013 15:14 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2013 15:19
Dario Franceschini

Dario Franceschini (foto Ansa)

ROMA – Aggressione no, e comunque a contestare sono stati dei militanti comunisti. Arriva la versione ufficiale del Movimento 5 Stelle su quanto accaduto a Dario Franceschini, insultato e contestato in un ristorante a Roma.

Non c’è stata alcuna aggressione da parte del M5S. Lungo il corteo un gruppo di manifestanti del ‘Partito Comunista’ hanno visto Franceschini dietro la vetrata di un ristorante e lo hanno contestato verbalmente. Lui si è vergognato un po’ ed è andato in una zona dove non lo vedevano. Non c’è  stata alcuna aggressione del M5S”. Così spiega Patrizia Terzoni, deputata 5 Stelle, che intervenendo nel corso della conferenza stampa di Beppe Grillo afferma che era presente alla presunta aggressione nei confronti dell’esponente del Pd, Dario Franceschini, che ha denunciato l’episodio ai media.

Sabato, in tarda serata, Dario Franceschini aveva denunciato l’episodio in un Tweet: ”A mangiare in una trattoria. Passano centinaia di grillini che mi vedono, mi filmano, mi insultano. Mi sono scusato con gli altri clienti” aveva ‘cinguettato’.