M5s, i sette candidati premier in corsa con Luigi Di Maio: i nomi sul blog di Grillo

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2017 19:48 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2017 20:48
M5s, i sette candidati premier in corsa con Luigi Di Maio: i nomi sul blog di Grillo

Grillo e Di Maio (Ansa)

ROMA – Cicchetti Vincenzo, Fattori Elena, Frallicciardi Andrea Davide, Ispirato Domenico, Novi Gianmarco, Piseddu Nadia, Zordan Marco: sono questi i 7 candidati che si propongono oltre a Luigi Di Maio, per la premiership M5s. A comunicarlo è il blog di Beppe Grillo. Ecco cosa c’è scritto nel blog:

“Oggi alle 12 si è conclusa la fase di accettazione delle candidature come stabilito nelle Regole pubblicate il 15 settembre. Ringraziamo tutti coloro che hanno accettato la candidatura e hanno deciso di partecipare a questo importante momento della vita del MoVimento 5 Stelle. Dopo le opportune verifiche, la lista provvisoria dei candidati che sarà sottoposta alla votazione degli iscritti è la seguente:

Cicchetti Vincenzo
Di Maio Luigi
Fattori Elena
Frallicciardi Andrea Davide
Ispirato Domenico
Novi Gianmarco
Piseddu Nadia
Zordan Marco

In bocca al lupo a tutti.

Ps: Coloro che hanno sottoposto tempestivamente una candidatura ritenuta priva di tutti i requisiti richiesti, potranno formulare osservazioni o fornire elementi integrativi a prova della sussistenza di detti requisiti entro le ore 15.00 di domani 19/9/2017.

la comunicazione arriva dopo l’annuncio del ritiro di “big” del calibro di Alessandro Di Battista e Roberto Fico.

Scrive Alessandro Di Battista su Facebook: “Ho deciso di non candidarmi a Premier del Movimento 5 Stelle. Le ragioni le spiegherò durante il mio intervento sabato prossimo a Rimini”. “Tra poco – scrive Di Battista – si inizierà a votare e invito alla massima partecipazione. A colui che sarà candidato faccio un grande in bocca al lupo ricordandogli che avrà un compito meraviglioso: quello di portare avanti il programma votato da migliaia di iscritti. Ringrazio tutte le persone che in queste ore mi hanno scritto chiedendomi di candidarmi. È meraviglioso avere tutto questo sostegno. Allo stesso tempo sono sicuro che la mia scelta sia quella giusta. A riveder le stelle!”

La rinuncia di Di Battista, insieme alla mancata iscrizione di un altro big come Roberto Fico spiana dunque la strada a Luigi Di Maio, al momento praticamente l’unico big del Movimento candidato. La base però non gradisce. I nuovi regolamenti assegnano infatti al candidato premier i poteri di leader e capo politico del M5S, ruolo finora tenuto da Grillo.

La rivoluzione nell’universo pentastellato, irrita gli ortodossi contrari al principio insito nella regola varata e preoccupati che una serie di poteri sia accentrata non più nel Garante ma in un suo esponente, presumendo così un conflitto di interessi. Da qui l’arrivo di Grillo a Roma: l’ex comico, molto probabilmente, rassicurerà i suoi sul fatto che non uscirà di scena e farà il punto anche sullo status quo delle primarie.

E della questione Di Maio parla anche Roberto Saviano in un post su Facebook:

“Questa mattina mi sono svegliato con il desiderio di omaggiare Marco Pannella e la sua eterna capacità di sorprendere e sparigliare le polverose strutture della politica tradizionale. Nel 2007 si candidò alle primarie del PD ma fu escluso perché non soddisfaceva i requisiti richiesti dal neonato Partito democratico. Ebbene, approfitto di questa sede per ufficializzare la mia candidatura a premier per il M5S”.

Roberto Saviano allega una foto di se stesso con accanto Luigi Di Maio e la scritta ‘vs’ (Saviano contro Di Maio):

“Lo faccio anche per trarre il MoVimento dall’impaccio di una situazione patetica per non dire bulgara – afferma -. Per spezzare una lancia in mio favore, ammetto di non essere iscritto al MoVimento, ma condivido con Luigi Di Maio lo status di indagato per diffamazione (incidenti del mestiere). Votatemi!”