M5S Perugia vuole togliere patrocinio della mostra a Sgarbi. Lui: “Teste di c…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 aprile 2018 5:16 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2018 14:34
M5S Perugia vuole togliere patrocinio della mostra a Sgarbi. Lui: "Teste di c..."

M5S Perugia vuole togliere patrocinio della mostra a Sgarbi. Lui: “Teste di c…”

ROMA – Vittorio Sgarbi ancora contro M5S: “Sono teste di c…”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Un insulto ai Cinquestelle di Perugia che hanno proposto al Comune di togliere il patrocinio alla mostra “Da Raffaello a Canova”, guarda caso curata proprio da Sgarbi. Una proposta per il momento approvata solo dalla Commissione cultura messa in campo dal consigliere comunale M5S Stefano Giaffreda, poiché Sgarbi “in un video aveva augurato la morte di Luigi di Maio”.

“Incapaci di comprendere l’ironia – ribatte ora Sgarbi – dal momento che ho esibito un kit per vampiri e allo stato Di Maio e Grillo non risultano vampiri, i Cinquestelle chiedono di revocare il patrocinio del Comune di Perugia a quella mostra di capolavori. Teste di c… – ribadisce il critico d’arte – La prossima mossa sarà quella di proibire i cittadini di andare a vederla. Grazie tutta pubblicità gratuita”.

“Il Comune di Perugia – spiegava dal canto suo Giaffreda nella proposta – non può rimanere indifferente rispetto a certi comportamenti e non può consentire che il proprio simbolo ed il proprio patrocinio all’evento sia unito al nome del curatore della mostra, che ha tenuto una condotta così calunniosa e violenta”.

E dopo la risposta di Sgarbi, Giaffreda aggiunge: “Noi avremmo fatto pubblicità comunque alla mostra perché ci teniamo che le iniziative culturali e turistiche vadano bene in città. Io stesso ci andrò come sempre volentieri perché sono un suo estimatore. Non solo da umile politico, ma è soprattutto da estimatore che rimango deluso, basito e ultimamente schifato quando lo vedo in certi video”.